Ciclamini, viole, edere, crisantemi, cavoli ornamentali: ecco quali sono i fiori e le piante da mettere in balcone in autunno che resistono bene ai primi freddi e che puoi usare anche per decorare

 

Piante autunnali da balcone

I colori dell’autunno esprimono un’energia intensa e calda, capace di portare luce nelle fredde giornate di pioggia. Colori che ritroviamo in tanti fiori e piante che in questo periodo prosperano nonostante le temperature che cominciano ad abbassarsi. L’autunno al pari della primavera è un buon momento per dedicarsi alle piante del balcone.

Fiori autunnali come i ciclamini, l’erica, e i crisantemi sono molto decorativi e piuttosto semplici da curare, oltre ad avere il gran punto di forza di resistere alle temperature più fredde. E poi penderti cura delle piante da balcone in autunno è una grande strategia di positività per contrastare la malinconia dell’inverno e del freddo alle porte. E 10 piante da balcone davvero perfetto per l’autunno:

 

Cavolo ornamentale

Il cavolo ornamentale è la pianta perfetta anche per chi ha il pollice nero, perché è facile da curare, resiste alle escursioni termiche e non teme le temperature sotto lo zero. Posiziona il cavolo in un vaso capiente e fai in modo che il terreno sia sempre umido, ma mai eccessivamente bagnato: durante le giornate più calde la posizione migliore è a mezz’ombra, mentre nei giorni più freddi dell’inverno potrai spostarlo al sole. Perché non abbinarlo a tenere viole e bacche rosse? Un angolo di bosco sul balcone.

Bacche selvatiche

Le bacche sono piante estremamente ornamentali, grazie ai loro piccoli frutti appariscenti. In più si tratta di piante che resistono con pochissime cure non solo in autunno, ma anche in inverno. Se quindi vuoi un balcone davvero sempreverde sono la scelta giusta. Quali scegliere? Prova con il biancospino (che ha bacche color rosso intenso), il ginepro che è una pianta sempreverde, o la più particolare Pernezia del Cile, che ha splendide bacche color rosa acceso che decorano per tutto l’inverno.

Inoltre le bacche possono essere utilizzate per creare composizioni con cui decorare la tavola o la casa. Basta un poco di fantasia!

Skimmia e celosia per le tue ghirlande

Appesa alla porta di casa o rovesciata, in orizzontale, al centro della tavola: la ghirlanda è sinonimo di festa e crea allegria. Realizzarla è facile: deforma una gruccia in metallo in modo da modellare una circonferenza e fissa i rami con nastro adesivo del tipo utilizzato dai fiorai oppure acquista una base in spugna su cui potrai fissare i fiori. Narcisi autunnali e settembrini per chi ama il giallo, erica e crisantemi per variare dalle sfumature del viola al rosa intenso. Felce e edera serviranno per riempire la ghirlanda, mentre un ramo di skimmia insieme alla sgargiante celosia grazie alle bacche rosse conferirà un tocco vivace.

Erbe aromatiche in casa

Le erbe aromatiche riescono a portare in tavola il sapore della bella stagione, quando il sole indugia sui cespugli della macchia mediterranea e dalle finestre aleggia il profumo del pomodoro fresco. Perché non portare l’estate fra le pareti di casa anche durante l‘inverno? Puoi tenere le piantine in vasetti da posizionare su una mensola: in occasione di una cena speciale potrai posizionarle al posto d’onore come centrotavola: basilico, timo, rosmarino, salvia… qualche foglia fresca direttamente nei piatti e il piacere dei profumi della natura per solleticare il buon umore. Durante il giorno puoi anche tenerle in balcone, magari in un punto soleggiato e non troppo ventilato.

Crisantemo: il fiore d’oro

Oggi esiste un numero molto ampio di esemplari relativamente a questa specie floreale, tuttavia il significato originario di Chrysanthemum è fiore d’oro: giunto nei giardini europei durante il Seicento, il crisantemo è presente nell’araldica imperiale del Giappone, dove è conosciuto già nell’anno 1000 d.C. Se desideri portare una ventata di pace radiosa fra le pareti di casa scegli crisantemi nelle varianti gialla e arancione, narcisi autunnali dalle sfumature candide (da non confondere con i bulbi a fioritura primaverile) e settembrini. Sapevi che questo tipo di piante aiuta anche a depurare l’aria in casa?

Ciclamini: un grande classico dell’autunno

ciclamini sono perfetti per decorare con allegria il davanzale, infatti desiderano l’aria fredda dell’autunno e non temono le intemperie: durante l’inverno, in caso di neve e freddo intenso, potrai ritirarli al riparo. Evita ristagni d’acqua, mantieni umida la terra e lascia il ciclamino in un ambiente intorno ai 18°: darà il meglio di sé! Sai che i ciclamini possono essere conservati da un anno all’altro? Quando la pianta sfiorisce, verso primavera, conserva i bulbi: durante il mese di settembre potrai travasarli.

Edera decorativa

Possente, tenace, forte: non a caso l’edera è antico simbolo di fedeltà. Durante la stagione autunnale rifulge di luce e grazie al verde cupo si presta a deliziose decorazioni. Per creare un centrotavola sobrio ed elegante intreccia l’edera su una base creata da rami giovani e flessibili intrecciati fra loro, poi aggiungi celosia dalle bacche rosse e tante foglie colorate. I prati in questo periodo offrono uno spettacolo di colori: perché non cogliere l’occasione per fare una passeggiata e raccogliere gli esemplari più belli, da seccare e conservare?

 

Viole del pensiero

In questa stagione negli angoli più assolati dei prati è facile notare piccoli cespugli di viole: più resistente di quanto non si creda, le viole del pensiero sono un fiore invernale capace di sopravvivere al freddo, così come la viola cornuta, pianta perenne biennale con una fioritura molto lunga, da novembre a maggio. Per creare un segnaposto facile e di successo prepara piccoli mazzetti di viole legati con lo spago o un nastro colorato, poi posiziona ognuno in una tazzina da caffè di fronte a ogni invitato. Un pensiero speciale per chi siederà alla tua tavola.

Fai da te il centrotavola autunnale

Desideri un centrotavola per una cena speciale? Taglia la corolla di 5-6 crisantemi del colore che preferisci, riempi con acqua un contenitore basso e largo o una pirofila in vetro. Ora appoggia con delicatezza i fiori sulla superficie dell’acqua e aggiungi 3-4 candele galleggianti: la tua tavola risplenderà di luce. Puoi aggiungere un vaso di fiori freschi per dare una nota di colore all’ambiente. Mescola rose e crisantemi sul tono viola-fucsia, l’atmosfera sarà calda e invitante.

Condividi