Siamo nel pieno dell’emergenza coronavirus e alcuni esperti hanno deciso di fornire alcuni consigli sulle pulizie di casa, che se svolte correttamente possono ridurre il rischio di contagio.

Di conseguenza, oltre ai consigli sui comportamenti individuali da seguire scrupolosamente, ecco cosa fare all’interno delle nostre abitazione per diminuire la possibilità di essere contagiati

Coronavirus e pulizie di casa: 4 fondamentali regole di igiene

Ormai lo sappiamo, il coronavirus si trasmette attraverso il contatto diretto con una persona che potrebbe non aver manifestato ancora i sintomi tipici.

Uno starnuto è quindi estremamente contagioso, soprattutto perché le “goccioline infette” possono rimanere per ore, o addirittura giorni su una superficie contaminata.

La nostra casa, purtroppo, non è immune al coronavirus e per non rischiare di contrarre il virus dobbiamo impegnarci a mettere in pratica alcune regole di pulizia fondamentali.

pulizie di casa

Ecco alencate quattro:

PRIMA SI PULISCE E POI SI DISINFETTA

Con una pulizia accurata è possibile rimuovere la maggior parte dei germi e dei virus che si trovano sopra una superficie. Disinfettare vuol dire invece uccidere quelli che sono rimasti.

E’ quindi molto importante pulire prima e solo dopo procedere con un disinfettante. Si consiglia di usare acqua e un detergente specifico per le superfici di casa più sensibili. E di usare più accortezza invece per la cucina e il bagno, i luoghi tendenzialmente più sporchi in una casa.

Il disinfettante ideale deve contenere almeno il 70% di alcol. Ricordatevi di non mischiare MAI la candeggina con nessun altro disinfettante e di non usare prodotti scaduti che perdono efficacia.

ARIEGGIARE LA CASA

Prima di ogni pulizia si consiglia di usare sempre dei guanti usa e getta, che dovranno essere buttati via una volta terminate le pulizie. Nel caso in cui usiate guanti riutilizzabili, le normali regole igieniche impongono di non utilizzarli per altre pulizie.

Quelli per il bagno ad esempio non devono mai essere utilizzati per lavare i piatti. Si tratta di regole igieniche che non c’entrano niente con il coronavirus, ma che dovrebbero essere sempre tenute a mente.

Ricordatevi di lavarvi le mani subito dopo aver terminato le pulizie e di arieggiare ogni giorno, anche più volte, le stanze della vostra casa.

LAVATRICI AD ALTE TEMPERATURE

Lenzuola ed asciugamani dovrebbero essere lavati ad alte temperature. E soprattutto spesso. Le lenzuola una volta alla settimana, mentre gli asciugamani anche ogni giorno.

No scuoteteli prima di riporli nella lavatrice e non dimenticatevi di pulire anche il contenitore che accoglie la biancheria sporca.

DISPOSITIVI ELETTRONICI

Cellulari, smartphone, pc e tablet sono alcuni fra gli oggetti più sporchi che ci passano fra le mani e che solitamente ci dimentichiamo di pulire.

Gli esperti consigliano di non usare spray o disinfettanti, ma di preferire panni in microfibra leggermente bagnati con acqua e sapone.

Condividi